La storia

A Montronio fu eretta la prima chiesa battesimale dell'intera vallata dedicata a Santo Stefano; a La Torre fu costruita nel X° secolo una fortificazione che diede a Castiglione l'appellativo di "castrum"; Visonzo è ricordata poiché diede i natali a Giovanni Buono nel XII° secolo, colui che durante la guerra decennale tra Como e Milano aiutò i comaschi ad espugnare il castello di San Martino presso il Lago di Lugano, costruendo un'ingegnosa macchina da guerra; Giovanni Buono viene anche ricordato perché il suo è il primo nome noto fra tutti i tecnici e gli artisti chiamati nel Medioevo "Magistri Antelami" ed in seguito "Magistri Intelvesi" che si diffusero in tutta l'Europa.
Castiglione dopo la guerra contro Milano divenne feudo dei Camozzi nel XII secolo che edificarono un castello nel territorio di La Torre. Nel XVI secolo i Mariani, nuovi feudatari, costruirono sui resti del castello una casa-forte ancora intatta; delle rovine della torre dell'antico castello, da cui prese appunto il nome la frazione, poco è rimasto. In seguito Castiglione e la valle furono sotto la Signoria dei Rusconi di Como. Nel 1527 il paese fu sotto il dominio di Gian Giacomo dei Medici, detto "il Medeghino", che si era impossessato della regione lariana. In tempi più recenti, sotto il dominio austriaco, fu capoluogo del mandamento della valle.

 

unotre

Ultima modifica: 12/11/12